Bereichsbild
Links
LSF eLearning2
Stellenangebote
Stipendien/Praktika
Fachschaft Romanistik
Facebook
Aktuelles

Logo Ma Notext
NEUE MA-STUDIENGÄNGE

FRANZÖSISCH
SPANISCH
ITALIENISCH


[mehr]

 
Suche
 
Sprechstunden
 
Öffnungszeiten
Geschäftszimmer
Mo-Fr 11:00 - 13:00 Uhr
 
Mo - Do 9:00 - 19:00 Uhr
Fr 9:00 - 17:00 Uhr
 
 
Ausstellung der Lesekarte für die Institutsbibliothek, Zimmer 320
Di 9:15 - 11:15 Uhr
Do 9:15 - 11:15 Uhr
 

Veranstaltungen

L’Italia dei liberi muratori: memorie, identità, rappresentazioni (1860-1914)

Prof. Fulvio Conti (Università di Firenze)

 

Zeit: Dienstag, den 12. Juni um 18:00 Uhr
Ort: Victor Hugo Bibliothek

 

Dopo la nascita del Regno d’Italia (1861) la massoneria svolse un’importante opera di pedagogia patriottica volta a creare nella cittadinanza una base di legittimazione per il nuovo Stato e un sentimento diffuso di identificazione con le istituzioni e di appartenenza alla comunità nazionale. La massoneria individuò principalmente nel Risorgimento il vero mito fondativo della nazione italiana e si adoperò incessantemente perché fosse conservata e venerata la memoria dei tanti eroi e martiri dell’epopea risorgimentale. Ma nella costruzione di una nuova coscienza patriottica, i massoni italiani fecero ampio appello anche a modelli e sedimenti dell’antichità classica, dell’umanesimo, della grande tradizione della cultura scientifica italiana e dell’illuminismo. Utilizzando come fonte i nomi dati alle logge massoniche fra il 1860 e il 1914, la massoneria subì anzitutto il forte fascino dell’antichità romana e delle preesistenti civiltà italiche. Alla ricerca di una tradizione laica nella storia italiana, essa celebrò poi il ricordo di scienziati maggiori e minori, di filosofi ed eretici condannati dalla Chiesa cattolica, di giuristi e pensatori illuministi, mentre scarsamente rappresentati nell’onomastica massonica furono i grandi della letteratura, dell’arte e della musica.

 

Verantwortlich: E-Mail
Letzte Änderung: 05.04.2012
zum Seitenanfang/up